Cattiva Digestione: Ecco i Rimedi per Evitare I Fastidi di un Pasto Abbondante

La cattiva digestione, genera sensazione di nausea, gonfiore addominale, mal di testa, sonnolenza e altri sintomi spiacevoli in grado di costringerci anche al riposo a letto.

Pertanto se vogliamo evitare questi inconvenienti, basterà seguire questi saggi consigli.

Come Funziona la Digestione del Cibo in Poche Parole

Lo sentiamo dire fin da piccoli, la prima digestione avviene in bocca.

Bisogna masticare bene il cibo, mischiandolo con la saliva, tritarlo e renderlo omogeneo per non appesantire lo stomaco.

Nello stomaco il cibo già frantumato viene a contatto con degli acidi, i succhi gastrici, che lo trasformano in poltiglia.

Il compito principale dei succhi gastrici, è di creare molecole sempre più piccole affinchè, giunte nell’intestino intervengono il fegato e il pancreas che aiutano il processo digestivo per consentire alle sostanze nutritive di essere assorbite dai villi intestinali e passare nel sangue creando la fonte energetica che serve all’organismo per vivere.

Naturalmente questa spiegazione è molto semplificata, ma serve allo scopo, infatti, ciò di cui voglio parlarvi, è la cattiva digestione e i rimedi per renderla migliore.

Soprattutto in quei periodi dell’anno, in cui le festività costringono tutti a sottoporsi a pasti luculliani, pesanti e difficili da digerire, sia per le quantità sia per la qualità.

Sono i periodi delle riunioni di famiglia, giornate di festa in cui pare che l’unico scopo sia mangiare in continuazione. In casi “normali” il nostro stomaco può anche sopportare un pasto pesante, ma, se ciò si protrae per più giorni, allora siamo in difficoltà, e i sintomi di malessere rischiano di rovinarci delle giornate di letizia.

Consigli per Favorire la Digestione

rimedi per cattiva digestione

E’ chiaro che durante i pranzi di famiglia delle festività non puoi esimerti, però puoi:

  • Prendere porzioni ridotte;
  • Masticare bene;
  • Non esagerare con gli alcolici e le bevande gassate;
  • far passare un po’ di tempo fra una portata e l’altra;

Se nell’arco di un’ora ingerisci dall’antipasto al dolce, un’indigestione è più o meno certa, considerando che magari non sei abituato a fare pasti completi tutti i giorni a causa della fretta e degli impegni di lavoro.

La maggior parte di noi a pranzo mangia un panino o altro velocemente e poi a cena si concede qualcosa in più.

Motivo per cui è bene stare attenti a non esagerare, concediti qualche capriccio di gola, ma con cautela.

Nel caso in cui i saggi consigli non fossero serviti, ti indico alcuni rimedi veloci per sopperire ai fastidi derivati da un pasto super abbondante.

Prodotti da Banco: Ecco i Rimedi per Risolvere i Disturbi di un Pasto Abbondante

Usa la Citrosodina. Porta sempre con te una confezione di Citrosodina, in forma granulare o meglio ancora in compresse.Il principio attivo della Citrosodina è il bicarbonato con aggiunta di acido citrico monoidrato.

Basterà scioglierne 2 cucchiaini in un bicchiere d’acqua, o masticare una compressa per rimettere in moto la digestione, calmare il senso di acidità e il bruciore di stomaco.

Usa il Bicarbonato. Ottieni lo stesso effetto, con un semplice cucchiaino di bicarbonato puro, ma non sciolto in acqua, ingoiato asciutto e poi seguito da un sorso d’acqua.
Poiché non tutti sono in grado di sottoporsi a questa pratica, chi non ce la fa, può usare la Citrosodina.

Usa la Maaloxina. Altro prodotto da banco utile e ad azione tempestiva è la Maaloxina, in forma granulare e prodotta dalla ditta Sanofi, la casa farmaceutica che produce il Maalox, anche questo da tenere a portata di mano soprattutto se si soffre di gastrite.

Rimedi Naturali Veloci

Per chi invece vuole affidarsi alla Natura, consiglio gocce di Tintura Madre di Carciofo e Melissa.

  • Il Carciofo è usato da secoli per problemi digestivi, lo riportano anche antichi papiri che confermano la presenza di carciofi lessi o arrostiti in ogni tavola ben imbandita.
  • La Melissa invece ha il compito di rilassare la muscolatura dello stomaco contratta.

Infine sempre preziosi, gli antichi rimedi da preparare con ingredienti che tutti hanno in casa:

I Rimedi della Nonna per una Migliore Digestione

Se ti trovi sprovvisto di uno di questi rimedi e non puoi procurarteli, allora subentriamo con i Rimedi della Nonna, semplici ma efficaci essendo il frutto di secoli di esperienza.

Il primo è il famoso Canarino, per prepararlo ti serve:

  • La scorza di un limone ben lavato
  • 2 foglie di alloro
  • ½ litro d’acqua
  • ½ cucchiaino di miele

Metti tutti gli ingredienti in un pentolino e porta a bollore a fuoco vivace, raggiunto il grado di bollore, abbassa il fuoco e fai ridurre il liquido della metà; a questo punto filtra con un colino e lascia intiepidire. Bevi la tisana e vedrai che in pochissimo tempo lo stomaco tornerà a posto.

Un altro rimedio semplicissimo al quale spesso non si pensa perché siamo abituati ormai a rivolgerci alla chimica è dato da:

  • Il succo di un limone tiepido con ½ cucchiaino di bicarbonato e ½ cucchiaino di sale.

L’effetto è immediato e garantito, anche se potrà causare un po’ di aerofagia.

Un suggerimento che sicuramente sarà gradito ai commensali

Come in tutti i pasti di una certa importanza alla fine è uso comune bere un po’ di amaro, in questo caso consiglio i padroni di casa, di offrire ai loro ospiti l’Amaro medicinale Giuliani.

In più adesso Giuliani offre una nuova formula non alcolica, in bustine, da consumare sciolte in acqua fredda o calda a secondo dei gusti. E’ comunque preferibile la formula calda, perché serve a distendere i muscoli in modo che le erbe agiscano più in fretta.

Tu che rimedio usi per migliorare la tua digestione?

Condividi con i lettori di questo blog sulla salute, i tuoi consigli per risolvere il problema della cattiva digestione.

No Responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *