Ernia Cervicale: Quali sono i Sintomi e i Rimedi per Curarla?

Quali sono i sintomi dell’ernia cervicaleL’ernia cervicale è una condizione patologica che si contraddistingue per la fuoriuscita del nucleo polposo di un disco intervertebrale. A seguito di questo processo, si forma una protuberanza del disco che comprime le radici nervose. La definizione di ernia cervicale è corretta quando questa situazione si verifica a livello di una delle prime sette vertebre della colonna, il cosiddetto rachide cervicale.

Ecco un breve elenco al proposito dei principali sintomi e dei rimedi naturali per risolvere questo problema.

I sintomi dell’ernia cervicale

ernia cervicale i sintomi

un esempio di dolore da ernia cervicale – foto credits: esseresani.pianetadonna.it

  • Dolore al collo: il dolore al collo costituisce uno dei principali sintomi dell’ernia cervicale. Può manifestarsi anche in occasione di movimenti molto semplici, e irradiarsi fino alle braccia;
  • Mal di testa;
  • Giramenti di testa;
  • Nausea;
  • Debolezza degli arti superiori

L’ernia cervicale, se non curata, può influire in maniera importante sulla conduzione di una vita sana e autonoma. Prima di capire quali sono i principali rimedi utili al proposito, è fondamentale comprendere le cause che determinano l’insorgenza di questo problema.

 Quali sono le cause dell’ernia cervicale?

Qui ti espongo un elenco di quelli che sono i fattori principali che determinano questo problema debilitante:

  • Cause fisiologiche: tra i principali fattori causali in grado di determinare problemi di ernia cervicale è possibile ricordare l’avanzare dell’età, che ha come conseguenza anche l’indebolimento dei dischi intervetebrali.
  • Traumi fisici: dietro all’ernia cervicale possono esserci anche traumi fisici importanti, come per esempio il colpo di frusta.
  • Vita sedentaria: l’abitudine a una vita sedentaria, causata per esempio da attività lavorative che costringono in posizione seduta per gran parte della giornata, può influire sull’integrità dei dischi intervertebrali.

Come si diagnostica l’ernia cervicale?

Attraverso semplici esami come la radiografia e la TAC, in grado di accertare la fuoriuscita del nucleo polposo. L’ernia cervicale può essere combattuta in vari modi. Quello senza dubbio migliore è la prevenzione. Ecco qualche consiglio utile in merito.

  • Stretching mattutino: iniziare la giornata con qualche esercizio di stretching è un ottimo consiglio, da adottare prima ancora che inizi il dolore.
  • Controllo del peso: tenere sotto controllo il peso è fondamentale per la salute, e quindi anche per l’integrità del rachide cervicale, che non deve essere sottoposto a una pressione eccessiva.
  • Controllo dello sforzo fisico: fare sforzi fisici bruschi e pesanti, soprattutto se non si è abituati, significa rischiare che i dischi intervertebrali siano soggetti a traumi di grave entità.

 

Queste sono solo alcune semplici regole di buonsenso utili per prevenire problemi al rachide cervicale. Approfondiamo i consigli con qualche informazione sui rimedi naturali.

 

Ernia cervicale: i rimedi naturali

Quando si parla di cura dell’ernia cervicale si può anche inquadrare il ricorso a rimedi naturali, scelti per via della loro bassa invasività fisica. Ecco qualche rapido consiglio al proposito.

  • Omeopatia: tra i rimedi naturali più utili per combattere l’ernia cervicale è possibile ricordare l’omeopatia. Arnica, liquirizia e vite bianca sono tra le opzioni più valide nel caso della cura di ernia cervicale.
  • Termoterapia: la termoterapia costituisce un rimedio molto utile per combattere il dolore da ernia cervicale, e per agire direttamente sulla zona del rachide oggetto d’infiammazione.
  • Metodo Connettis: il Metodo Connettis è una tecnica curativa in grado di risolvere il problema dell’ernia cervicale intervenendo direttamente sulla causa, ossia il processo infiammatorio a carico del rachide. Attraverso specifiche manipolazioni, risulta possibile attivare contemporaneamente il sistema nervoso, quello linfatico e quello connettivale, normalizzando lo stato dei tessuti interessati dalla condizione patologica. Il Metodo Connettis è completamente naturale, rapido, e permette di risolvere il problema dell’ernia cervicale senza ricorrere ai farmaci, evitando così il rischio di effetti collaterali fastidiosi.
  • Alimentazione: l’alimentazione può rappresentare un rimedio naturale utile per combattere l’ernia cervicale. Se si vuole scegliere cibi validi per risolvere e prevenire il problema dell’ernia cervicale, il consiglio è di orientare le scelte su alimenti disinfiammanti, come per esempio mirtillo rosso e zenzero. Molto utile è anche la limitazione del consumo di bevande alcoliche e la sospensione del tabagismo.
  • Osteopatia: l’osteopatia è un approccio naturale olistico che, attraverso l’esecuzione di specifiche manipolazioni da parte di uno specialista, è in grado di ristabilire l’efficienza posturale del collo e della schiena.
  • Esercizi di stretching: l’esecuzione di esercizi di stretching e ginnastica dolce può costituire un’alternativa valida sia per prevenire, sia per curare il problema dell’artrosi cervicale. Esistono numerose opzioni al proposito, che vanno dai semplici movimenti di rotazione della testa, fino a sollecitazioni leggere dei muscoli del collo, che vengono tenuti in tensione per pochi secondi.

Scopri qui 9 rimedi naturali

In questo post abbiamo visto una selezione dei sintomi dell’ernia cervicale, un problema che riguarda tantissime persone, non solo di età avanzata (la diffusione di lavori sedentari ha aumentato in maniera considerevole l’incidenza della malattia). La prevenzione è senza dubbio la cura migliore, e comincia dalle scelte di ogni giorno, dall’attenzione al movimento fisico e agli sforzi che vengono effettuati sul lavoro e nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *