Cosa è l’eiaculazione precoce?

Esiste una problematica sessuale di cui si parla spesso e che è causa di grande infelicità e, frequentemente, anche di insospettabili crisi di coppia. Stiamo parlando del diffusissimo problema dell’eiaculazione precoce, che consiste nel raggiungere l’orgasmo e la conseguente emissione dello sperma in un tempo troppo breve per essere ritenuto soddisfacente da entrambi i partners.

A voler essere precisi, non esiste un tempo “standard” che si può ritenere normale nell’ambito della durata di un rapporto sessuale. Tuttavia è anche vero che, quando si parla del problema dell’eiaculazione precoce, ci si riferisce nella stragrande maggioranza dei casi a quelle situazioni in cui l’uomo raggiunge l’orgasmo in pochissimi secondi o, in certi casi, addirittura prima della vera e propria penetrazione.

eiaculazione precoce

Per ciò che concerne le cause dell’eiaculazione precoce esse sono, nella stragrande maggioranza, di tipo psicologico. Tuttavia c’è da dire che, in alcuni particolari casi, la problematica potrebbe essere causata da un’ipersensibilità del glande (quest’ultima derivante da anomalie anatomiche come il frenulo del pene troppo corto), oppure da processi infiammatori come la vescicolite e la prostatite.

Tuttavia, come già accennato, le cause di tipo psicologico sono assolutamente quelle più ricorrenti nel disturbo dell’eiaculazione precoce. Tuttavia, a onor del vero, per avere un quadro preciso della situazione bisognerebbe analizzare la storia della coppia e il particolare contesto in cui si è consumato il rapporto sessuale all’interno del quale è avvenuta la problematica…

In ogni caso, volendo generalizzare, è possibile dire che normalmente le cause psicologiche dell’eiaculazione precoce sono dovute a un discorso di:

  • ansia da prestazione sessuale
  • ipereccitazione e incapacità di sapersi controllare
  • abitudine contratta sin da giovani a consumare il sesso in modo veloce e con pochi preliminari

A volte c’è anche da dire che è il soggetto stesso che cerca di accelerare i tempi dell’eiaculazione in quanto magari soffre di alcune problematiche fisiche (non ultime i problemi di erezione), e quindi tenta di raggiungere l’orgasmo il più in fretta possibile prima che possano sopraggiungere i temuti problemi.

Per quanto riguarda i rimedi per l’eiaculazione precoce, c’è da dire che attualmente non esiste una “terapia d’elezione” prestabilita. Di certo, la migliore soluzione è quella di creare – spesso anche grazie al confronto col proprio partner – una maggiore consapevolezza corporea e sessuale che porti, progressivamente, a un aumentato autocontrollo della propria “spinta” orgasmica.

In ogni caso, nel corso degli anni, sono stati messi in commercio tutta una serie di prodotti (olii, spay e preservativi) detti “ritardanti” che, desensibilizzando il glande, in effetti ritarderebbero l’orgasmo maschile. Tuttavia non sono consigliabili, poiché la sostanza desensibilizzante che viene usata in questi prodotti rende poco piacevole il rapporto sessuale sia per lui che per lei…

Inoltre, c’è addirittura chi si è spinto a usare psicofarmaci che, come effetto collaterale, hanno proprio quello di ritardare l’eiaculazione. Tuttavia non è esattamente una soluzione ottimale, in quanto si tratterebbe di assumere farmaci che hanno effetti collaterali (spesso anche pesanti) e che potrebbero generare dipendenza psicologica.

Esistono poi i cosidetti esercizi di Kegel, che servono per allenare il muscolo pubococcigeo e che, molto spesso, sono stati spacciati come una “panacea” per le eiaculazioni precoci. C’è da dire che si tratta sicuramente di ottimi esercizi per mantenere in buona salute la prostata e per aumentare l’afflusso di sangue al pene, ma purtroppo non sono molto utili per eliminare il problema dell’eiaculazione precoce.

Eventualmente, nei casi più difficili da trattare, piuttosto che ricorrere agli psicofarmaci o a prodotti che impoveriscono il rapporto sessuale, è meglio rivolgersi a terapeuti specializzati in terapia comportamentale (detta anche “mansionale”), i quali porteranno avanti con entrambi i partner un lavoro fatto con specifici esercizi che, ripetuti nel corso del tempo, possono portare a un beneficio e a una eliminazione completa del problema dell’eiaculazione precoce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *