Funzionalità renale: quali esami eseguire? (parte seconda)

In questo secondo post dedicato alla valutazione della funzionalità renale continuiamo la nostra rapida carrellata sugli indicatori di uso più comune nella pratica clinica.

Acido urico serico (uricemia)

valori normali: 4-7 mg/dL

gotta

(Esempio di fenomeno gottoso provocato dal deposito di acido urico)

L’acido urico è un prodotto finale del catabolismo delle purine, sia endogene che introdotte con l’alimentazione. Viene normalmente escreto dai reni in quantità tale da tenere il valore ematico nei range di normalità. Tipico esempio di patologia legata all’uricemia elevata è la gotta. Ricordo inoltre che l’acido urico è responsabile della formazione della maggior parte di calcoli urinari.

Calcoli_AcidoUrico

(Calcoli di acido urico. Tratto da http://www.calcolosirenale.it)

L’acido urico può aumentare a seguito di errata alimentazione o perchè il nostro corpo ne produce troppa, ma anche ( ed è il caso che ci interessa in questo post) per ridotta escrezione renale.

Clearance renale

514px-Physiology_of_Nephron

(Immagine tratta da Wikipedia. Notare la complessità degli scambi -1,2,3 e 4 tipici e diversi per ciascuna sostanza filtrata.)

Per clearance renale intendiamo il volume di plasma depurato di una sostanza nell’arco di un tempo. Tipicamente si esprime in ml depurati in 1 minuto. Per fare ciò deve essere eseguito un prelievo del sangue a digiuno e deve essere consegnata la tanica con le urine delle 24 ore.

La clearance può essere effettuata studiando sostanze endogene od esogene. Per effettuare screening si preferisce la prima categoria in quanto i test sono più semplici e meno costosi (es. Cretinina clearance). Quelle esogene (es. inulina, PAI) devono essere effettuate in centri specializzati in quanto prevedono la somministrazione (esogene) di tali sostanze.

Cambiando le sostanze studiate il medico otterrà diverse valutazioni. Ad esempio mentre con la creatinina clearance si valuta il filtrato glomerulare(quanto “filtrano” i reni?) con il PAI (acido paraminoippurico) si può valutare il flusso plasmatico renale (quanto plasma sanguigno passa nei reni?) in quanto tale sostanza è sempre completamente escreta dai reni.

Esame completo delle urine

Vedi post sull’esame delle urine

Proteinuria

normalmente assente

Vedi Microalbuminuria

Dott.Mileto Carrubba

Biologo

One Response

  1. giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *