Problemi di erezione: quali sono le cause e consigli utili

A causa di stress, cattive abitudini alimentari, preoccupazioni e altre insospettabili cause che analizzeremo più avanti in questo articolo, moltissimi uomini si trovano nella scomoda e spesso imbarazzante condizione di chiedersi come risolvere i loro problemi di erezione.

Quest’ultimi, chiamati un tempo impotenza e oggigiorno disfunzione erettile, sono diffusissimi in tutte le fasce di età (a 20 anni tanto quanto a 60 anni). Si stima che, nella sola Italia, oltre 3 milioni di uomini soffrano di problemi di erezione più o meno occasionali al momento del rapporto sessuale con la partner.

Per comprendere come risolvere le problematiche erettive, bisogna prima comprendere come viene provocata l’erezione del pene durante il rapporto sessuale, e poi quali possano essere le possibili cause di tale disfunzione per poter meglio scegliere il rimedio o le cure più adatte.

Problemi di erezione: quali sono le cause e consigli utili

Durante o poco prima del rapporto sessuale, l’erezione del pene non avviene in modo automatico come spesso si sente raccontare in giro. Infatti, il meccanismo fisiologico dell’erezione ha il suo inizio nella parte più alta del corpo, fra i meandri della psiche e della mente.

Se gli stimoli visivi e sensoriali riescono a far sorgere nell’uomo lo stato di eccitazione mentale, e questa eccitazione mentale è sufficientemente forte e persistente, il cervello invia segnali ormonali e impulsi neuronali nella zona genitale al fine di permettere un maggiore afflusso di sangue nel corpo cavernoso del pene (molto simile ad una spugna).

In pratica, il pene si gonfia di sangue così come un palloncino si gonfia di aria. In questo modo si ottiene l’erezione completa del pene.

Comprendere questo semplice meccanismo (che non tutti conoscono), è un primo importante passo riguardo il come risolvere i problemi di erezione. Ora vediamo il perché.

In alcuni casi, la disfunzione erettile è provocata da un “mal funzionamento” nella zona genitale. In questo caso si dice che il problema erettivo ha una causa di tipo organico (o fisiologico).

Tuttavia, la causa di origine organica può essere localizzata anche in altre parti del corpo ben lontane dalla zona genitale, o potrebbe anche essere provocata da altri fattori esterni.

Difatti, tra le varie possibili cause di tipo organico, troviamo:

  • problemi di circolazione del sangue nella zona genitale o nel pene
  • problemi alla prostata (prostatiti, infiammazioni, cancro)
  • problemi ai testicoli
  • problemi cardiaci (anche lievi)
  • problemi di circolazione del sangue generale
  • eccesso di grassi e colesterolo
  • eccesso di zuccheri
  • obesità
  • lesioni gravi nell’area pelvica, all’apparato genitale, o alla spina dorsale (per esempio: ernia del disco)
  • pressione del sangue alta o troppo bassa
  • nicotina, fumo, tabacco e problemi respiratori
  • eccessiva sedentarietà
  • alcune forme di diabete
  • problemi di insulina
  • bassa produzione di testosterone
  • alcune malattie come il mordo di Parkinson, la malattia di Peyronie, sclerosi multipla
  • uso o abuso di alcool o droghe (anche il THC contenuto nei cannabinoidi come la marijuana)
  • interazione con alcuni farmaci (per esempio: antistaminici, antidolorifici, farmaci per l’ipertensione e tanti altri)

In alcune delle situazioni appena esposte, farmaci come il Viagra o i più recenti Cialis e Levitra possono rivelarsi un temporaneo rimedio per rispolvere i problemi di erezione, e utili nell’agevolare l’afflusso di sangue al pene (se nella zona genitale si presenta un problema reale di afflusso o fluidificazione). In ogni caso, la diagnosi deve essere fatta da specialisti del settore (andrologi o urologi) e non con il fai da te!

Gli effetti collaterali di tali farmaci possono essere forti e aggravare la situazione, già di per sé grave a livello mentale. Un uso improprio di tali farmaci, o di loro imitazioni facilmente reperibili sul web a basso costo e senza prescrizione medica, può rivelarsi fatale con conseguenze gravissime per la salute, specie se in interazione con altri farmaci.

In molti altri casi invece, le problematiche di erezione – che spesso si verificano solo nel contesto sessuale in presenza di una partner ma non in solitudine durante l’autoerotismo – sono provocati da un “mal funzionamento” nella zona psicologica dell’individuo. In questo caso si dice che il problema erettivo ha una causa di tipo psicologico (o mentale). Le cause di tipo mentale e psicologico possono essere varie e spesso combinate fra loro:

  • eccesso di stress
  • ansia generica
  • ansia da prestazione sessuale
  • conflitti all’interno della coppia (più o meno esternati)
  • incomprensioni all’interno della coppia
  • bassa autostima sessuale
  • timore di deludere sessualmente
  • timore del giudizio sociale (dipendenza dall’approvazione esterna dei conoscenti)
  • concezioni totalmente errate sulla sfera sessuale femminile
  • paure legate alle dimensioni del pene
  • repressioni di tipo morale o religioso (il sesso visto come peccato)
  • depressione
  • conflitto di valori (ad esempio: durante un tradimento o una “scappatella”)
  • uso o abuso di alcool o droghe
  • interazione con alcuni farmaci (anti-ansiolitici, anti-depressivi, psicofarmaci)
  • convinzioni limitanti (sconosciute ai più o troppo spesso sottovalutate)
  • auto-sabotaggi inconsci (programmazione inconscia al fallimento sessuale)
  • auto-monitorizzazione del pene durante il rapporto sessuale

Troppo spesso, sopratutto tra i più giovani, vi è la diffusa e pericolosa abitudine di darsi al fai-da-te quando si cerca di risolvere i problemi di erezione. Spessissimo si assumono farmaci come il Viagra, nell’assurdo tentativo di risolvere la propria disfunzione erettile quando la causa è invece di origine psicologica.

Quando il problema di erezione è dovuto a questioni mentali come ansia da prestazione, timori per le dimensioni del pene o qualsiasi altra causa di tipo emotivo e mentale, l’uso del Viagra (o dei suoi simili come Levitra e Cialis) si rivela del tutto inutile. Perché?

Per il semplice motivo che tali farmaci possono solo agevolare l’afflusso di sangue al pene ma, se come abbiamo visto all’inizio, durante il rapporto sessuale in presenza della partner (propria o partner occasionale) non si scatena in noi uomini la giusta dose di eccitazione mentale, allora l’afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene non ha inizio nemmeno con l’assunzione di tali noti farmaci…

In parole semplici: se non c’è la giusta eccitazione mentale, il pene non va in erezione nemmeno col Viagra, e l’uomo rimane deluso e depresso peggiorando, in questa maniera, la situazione sessuale sua e delle propria compagna di letto.

Detto questo, la semplice visita dal proprio medico di base è sempre raccomandabile, specie se non si è in buone condizioni fisiche o si sospetta di avere altri problemi che non siano quello erettivo (ma che potrebbero influire sul meccanismo erettile).

Magari il tuo medico non può dirti come risolvere i problemi di erezione, ma può indirizzarti verso le più opportune visite specialistiche, o rassicurarti sul fatto che la disfunzione erettile in questione non è provocata da fattori fisici (cause organiche) ma solo da fattori mentali ed emozionali (cause psicologiche).

Nei casi più “difficili” l’intervento dello psicologo può essere raccomandato, anche se non sempre si rivelano tutti altamente preparati nell’ascoltare il paziente in modo umano, e nel fornire soluzioni adeguate su come risolvere i problemi di erezione.

Nei casi meno “difficili”, che sembrano essere la maggior parte anche se erroneamente molti uomini reputano di essere un caso raro e irrimediabile, si può ricorrere ad apposite e collaudate tecniche mentali o metodi mentali per ritrovare la serenità e la sicurezza interiore nei rapporti sessuali.

…Nonché per potenziare l’eccitabilità mentale e per migliorare il meccanismo erettivo nel suo insieme e in modo definitivo, agendo simultaneamente sia sulla sfera mentale che su quella fisica.

pubblicato in: Trattamenti Farmacologici
da: Catia Celani

Un commento su “Problemi di erezione: quali sono le cause e consigli utili”

  1. Marco

    Sono impressionato dalla qualita’ delle informazioni su questo sito. Ci sono un sacco di buone risorse qui. Sono sicuro che visitero’ di nuovo il vostro blog molto presto.

Commenta il post